Trieste Turismo arrow Proposte gruppi arrow Eventi arrow Castelli Aperti - i castelli del Friuli Venezia Giulia
Giovedì 24 Luglio 2014

Castelli Aperti - i castelli del Friuli Venezia Giulia

PDF Stampa E-mail
Date ancora da comunicare
 
ImageIl programma “Castelli Aperti”, organizzato dal Consorzio per la Salvaguardia dei Castelli Storici del Friuli Venezia Giulia, nasce con l’intento di facilitare l’accesso alle testimonianze storiche rappresentate dai siti castellani e dalle altre opere fortificate. Nel territorio regionale, affacciati sul golfo o posti su verdi colline, immersi in parchi di risorgiva o al centro di città di cui erano la dimora più prestigiosa, sorgono numerosi castelli privati.
In due o più periodi dell’anno solitamente in primavera ed autunno, la manifestazione rende possibile la visita ad un certo numero di castelli di proprietà privata o pubblica non aperti normalmente al pubblico. L’iniziativa è rivolta al visitatore individuale che desidera scoprire alcuni dei castelli più belli della Regione; per l’occasione, essi svelano i loro segreti, aprono i loro magnifici giardini ed i loro saloni, ricchi di collezioni d’arte e memorie d’altri tempi.
Sulle antiche scale di affascinanti castelli medioevali, potrete essere accolti personalmente dai proprietari, che fungono da ciceroni d’eccezione, oppure da professionali guide turistiche; insieme a loro, ritornerete indietro nel tempo, visitando antiche dimore e scoprendo un patrimonio storico finora nascosto.
 
Photo gallery
 

Idea in giornata

Muggia : olio e castelli
Ritrovo dei partecipanti a Trieste presso la Stazione Marittima di Trieste. Partenza con motonave e dopo una bella traversata del golfo di Trieste di circa venti minuti arrivo nel porto di Muggia. 

Muggia è l’unica cittadina istriana che si trova ancora in territorio italiano. Una volta sbarcati sarete subito immersi in una suggestiva atmosfera di chiaro stampo veneziano. Non solo nelle architetture: anche il dialetto, i costumi e le tradizioni gastronomiche lasciano trapelare un intenso passato condiviso con la Serenissima. Prima dell’anno Mille, si sviluppò a valle, nel porticciolo, un piccolo centro che fu chiamato Borgolauro: in questo nuovo borgo, nel Duecento, nacque il Comune di Muggia. Di quest’epoca sono il duomo e il palazzo comunale, ricostruito nel Novecento. Ma lassù, in alto, sul promontorio che sovrasta il porto, si parla una storia ancora più antica: ne sono prova i resti dei castellieri protostorici di Santa Barbara e di Muggia Vecchia, dove si erge la romanica Basilica di Muggia Vecchia (IX secolo), unica testimonianza, insieme ai resti delle mura, di un passato romano e medievale. Da qui, si gode di un magnifico panorama sul Golfo di Trieste. Il Castello di Muggia, invece, risale al Trecento, pur essendo stato rimaneggiato più volte nel corso dei secoli. Un tempo coronava la munita cerchia muraria intorno alla città.

Passeggiata con guida nel centro storico e dopo una piccola salita si raggiungerà il castello. Visita dell'edificio fortificato accompagnati dalla squisita padrona di casa. Al termine sosta per ammirare la basilica di Muggia Vecchia.
Partenza con bus in direzione del Carso. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio si possono offrire diverse proposte:
Val Rosandra: una passeggiata con guida naturalistica alla scoperta di questa zona naturale, inserita nell'area carsica, in cui il torrente omonimo ha modellato le rocce offrendo spettacolari morfologie. La flora locale comprende endemismi, rare specie di origine alpina e mediterranea;
Tergeste Dop: l'area attorno al comune di Muggia è famosa per la produzione di olio. La superficie coltivata nella provincia di Trieste ammonta a circa 120 ettari di cui 80 nel solo Comune di S.Dorligo-Dolina. La produzione, nelle annate di carica, si aggira sui 7000 q di olive ed è destinata a crescere in breve, in quanto molti giovani oliveti, messi a dimora dal 2000 in poi, stanno per entrare in produzione. E' possibile visitare un'azienda tipica che si occupa di produzione di olio e vino ;
il Carso triestino : è possibile approfondire la conoscenza del Carso triestino con la visita della Grotta Gigante, della Rocca di Monrupino e del Museo Etnografico della Casa Carsica;
Speciale “salmoni” - da maggio a settembre
Per conoscere ancora di più le particolarità della Val Rosandra vi offriamo un pranzo davvero speciale. Nelle vasche del vecchio lavatoio di Bagnoli della Rosandra viene allevato il salmone americano ed europeo, che viene poi preparato in diversi modi: cotto al forno con fette d'arancia e rosmarino, servito fresco come carpaccio, lessato e aromatizato con burro e salvia in padella, il tutto accompagnato da birra artigianale: una vera delizia!

Prezzo per persona (min. 25 persone)
 
Il prezzo include:

- visita guidata di Muggia e della basilica di Muggia Vecchia;
- ingresso e visita del castello di Muggia;
- pranzo in ristorante;
- biglietto del battello di linea Trieste - Muggia solo andata;
- programma pomeridiano a scelta.

Il prezzo non include:


- trasporto in autopullman;
- assicurazione;
- bevande.


Idea week end



Borghi e castelli del Friuli  - Slow Tourism in Friuli Venezia Giulia


Primo giorno - SAN DANIELE DEL FRIULI

Arrivo dei partecipanti in Friuli. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio incontro con la guida a San Daniele del Friuli. Proseguimento con la visita del centro collinare, conosciuto in tutto il mondo per la produzione del prosciutto crudo, la cui accurata preparazione è resa possibile grazie al clima fresco e ventilato della zona. Nel centro si potranno ammirare una serie di raffinati palazzi storici, eleganti giardini su cui si affacciano alcune tra le ville settecentesche scelte dai Patriarchi di Aquileia come dimore residenziali, il bianco duomo di ispirazione palladiana e la Chiesa di Sant'Antonio Abate, celebre per i suoi meravigliosi affreschi, al punto da esser nota come "La Sistina del Friuli". Proseguendo si sale alla spianata del castello, del quale rimangono una torre ed i resti di terrapieni; l'area è sistemata a parco e da essa si gode un'ampia vista sull'anfiteatro morenico con i suoi castelli, la pianura friulana e le Alpi Giulie. Al termine della visita si raggiungerà un prosciuttificio locale per una degustazione di prodotti tipici. Sistemazione in hotel. Pernottamento.

Secondo giorno CIVIDALE DEL FRIULI e ROCCA BERNARDA

Prima colazione in hotel. In mattinata arrivo a Cividale del Friuli,  importante borgo conosciuto per il suo passato longobardo e per gli splendidi resti conservati nel Museo Archeologico e nel Museo Cristiano. Visita del centro storico: il Ponte del Diavolo, che offre uno scorcio unico su tutta la cittadina, il Duomo e il Tempietto Longobardo, esempio eccelso di arte longobarda. Pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio sosta presso la Rocca Bernarda.  Visita del castello e dell'azienda vinicola.

Feudo del patriarcato aquileiese, fu in seguito donato alla comunità di Cividale che nel secolo XV lo lasciò alla famiglia di origine romana Capiferro la cui ultima discendente lo portò nella famiglia del marito. Ad opera di Ippolito Valvason e di suo figlio Bernardo, sulla sommità venne edificata la residenza fortificata, ultimata nel 1567, che prese appunto il nome da Bernardo. In séguito la rocca passò ai conti Riccati di Castelfranco Veneto e infine, dopo altri proprietarî, ai Perusini. Alla sua morte, nel 1977, lo storico friulano Gaetano Perusini la lasciò al Sovrano Militare Ordine di Malta. Il complesso, di grande bellezza, respira nella sua concezione tipicamente cinquecentesca, immerso in una vasto parco degradante sul colle e articolato attorno ad un piccolo e semplice giardino all'italiana. I vigneti collinari dell'azienda agricola Rocca Bernarda possiedono un'antica vocazione alla produzione di vini di alta qualità. Sulle mura della Rocca, una lapide riporta la scritta: "Vineis avitis rest. et auctis" a ricordare che le viti in quell'epoca erano già presenti. Tuttora lo staff tecnico della Rocca Bernarda affronta i problemi della moderna tecnologia mai dimentico della tradizione storica dell'azienda.

Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

Terzo giorno GORIZIA e PALAZZO LANTIERI

Prima colazione in hotel. In mattinata partenza per Gorizia, dominata dal castello medievale con il suo incantevole borgo: da qui la vista spazia sulle dolci distese di colli, sull’intera città e sulla vicinissima Slovenia.
Visita del centro storico e di palazzo Lantieri, intimamente legato alle millenarie vicende storiche e culturali di Gorizia, della sua Contea e della Mitteleuropa intera.

La Casa è uno scrigno di preziose testimonianze artistiche e di una quantità di affascinanti memorie, che a volte si fanno così lontane e impalpabili da esser ormai leggende. La visita a Palazzo consente di scoprirne quell’armonia e bellezza che lo resero famoso come “Schoenhaus”, ovvero Casa Bella, e che lo fecero amare da celebri ospiti d’altri tempi quali i Reali di Francia, il Pontefice Pio VI, l’arciduchessa d’Austria Maria Theresia, Goldoni, Casanova.


Al termine pranzo in ristorante. Fine dei servizi.


Prezzo per persona min. 25 partecipanti: consulta la nostra area riservata.-

Il prezzo include:

- 2 notti in hotel con sistemazione in camera doppia, trattamento di mezza pensione, in hotel 3 stelle a Cormons;
- visita guidata mezza giornata a San Daniele del Friuli;
- visita guidata e degustazione in prosciuttificio;
- visita guidata giornata intera a Cividale e Collio;
- ingresso e visita Rocca Bernarda;
- pranzo a Cividale in agriturismo;
- visita guidata mezza giornata a Gorizia;
- ingresso con visita guidata a palazzo Lantieri;
- pranzo in ristorante a Gorizia.

Il prezzo non include:

- trasporto in autopullman;
- assicurazione;
- ingressi ai musei di Cividale;
- bevande.

Gratuità: 1 ogni 25 partecipanti.

 

 

 

Gli appuntamenti imperdibili in Alpe Adria

I "Fuori rotta"
Itinerari insoliti in Alpe Adria

Fuori rotta
Tours in Alpe Adria

Proposte escursioni in giornata – "I Classici"

Friuli Venezia Giulia
Austria
Slovenia
Croazia

Agenzia/assoc*:
E-Mail*:
Messaggio:
Protection Code:
Richiedi il listino prezzi febbraio - giugno 2012
Nome della persona
referente*
Numero di telefono*
*Campi obbligatori
Inserire il codice di protezione